COVID-19 - accesso alle banche dati

In questi giorni di emergenza sanitaria diversi editori e fornitori di risorse elettroniche si stanno muovendo per rendere più agevole la consultazione dei propri prodotti.
La situazione è in costante evoluzione: riportiamo dunque in questa pagina le modalità di accesso alternative ad alcune risorse sottoscritte dal Polo bibliotecario parlamentare e un elenco - non certamente esaustivo ma in graduale aggiornamento - di quelle banche dati che sono state rese fruibili a tutto il pubblico di internet (senza inserimento di credenziali).

PER GLI UTENTI ISTITUZIONALI DEL POLO BIBLIOTECARIO PARLAMENTARE

(Parlamentari, dipendenti dei gruppi, dipendenti della Camera e del Senato)

Come è noto, le risorse elettroniche commerciali sottoscritte dal Polo Bibliotecario Parlamentare sono accessibili, attraverso Re@lWeb e la Biblioteca digitale, per gli utenti istituzionali che possono connettersi con un accesso VPN o VDI (non VDA), dai rispettivi portali.
Solo in caso di impossibilità ad accedere via VDI o VPN è possibile, per le seguenti banche dati, richiedere apposite credenziali all'indirizzo: polobibliotecario@parlamento.it

  • DeJure (Giuffrè)
  • EBSCO (vari database)
  • Foro Italiano - le banche dati (l'accesso tramite Extranet non è comunque abilitato)
  • Leggi d'Italia PA (Wolters Kluwer)
  • OECD iLibrary (Organisation for Economic Cooperation and Development)

Tra le banche dati sottoscritte dal Polo bibliotecario raggiungibili tramite Re@lWeb, i seguenti abbonamenti sono stati temporaneamenti ampliati:

  • De Gruyter permette l'accesso, fino al 31 luglio, a circa 75.000 E-Books, ricercabili anche tramite la biblioteca digitale del Polo bibliotecario parlamentare.
  • JStor ha esteso l'abbonamento a tutte le riviste e le fonti primarie, ricercabili anche tramite la biblioteca digitale del Polo bibliotecario parlamentare, fino alla fine dell'anno.

PER GLI UTENTI ESTERNI E TUTTI GLI UTENTI DELLA RETE

Editori che offrono abbonamenti gratuiti per tutti su internet:

  • ADAPT University Press. L'associazione, che promuove, in una ottica internazionale e comparata, studi e ricerche nell'ambito delle relazioni industriali e di lavoro, mette a disposizione gratuitamente pubblicazioni e papers https://moodle.adaptland.it/course/index.php?categoryid=9
  • Archive.org. Una delle principali biblioteche digitali del mondo per accedere al full-text di risorse non coperte da copyright. Per gli ambiti di interesse del Polo bibliotecario parlamentare si suggerisce di utilizzare il filtro "Topics & Subjects" che include i seguenti argomenti: Politics and government, History, Sociology, World War 1939-1946, Literature, Biography, Reference, insieme a molti altri https://archive.org/
  • JSTOR. Registrandosi al sito, tutti i ricercatori possono accedere a un certo numero mensile di articoli. Il limite agli articoli consultabili è stato portato da 6 a 100 al mese, fino al 31 dicembre 2020, in ragione dell'emergenza sanitaria. Informazioni alla pagina https://support.jstor.org/hc/en-us/articles/115004760028-How-to-register-get-free-access-to-content#register
  • Gale. Pubblicazioni professionali e webinar sul lavoro/didattica a distanza https://www.gale.com/intl/covid19support
  • IFM - International Monetary Fund. Segnalazione di e-books e altre risorse https://www.elibrary.imf.org/
  • Lexis Actu. Accesso aperto al portale per seguire le notizie legali e garantire un monitoraggio efficace https://www.lexisactu.fr/
  • Michigan University Press. Accesso aperto alle pubblicazioni (prevalentemente in scienze umane e sociali) fino al 31 agosto 2020 https://www.fulcrum.org/michigan

Inoltre, alla pagina https://solidarietadigitale.agid.gov.it/ sono presenti numerose risorse che enti pubblici e aziende hanno messo a disposizione gratuitamente.
Selezionando la categoria 'Informazione e svago' si può accedere, secondo modalità diverse, a quotidiani, riviste, e-book, audiolibri, piattaforme di e-learning.

(ultimo aggiornamento 30/06/2020)